Una stagione con la maglia iridata

Ogni mese di ottobre si svolge il campionato del mondo di ciclismo. Dovrebbe essere la manifestazione che premia l'atleta che più si è messo in luce nella stagione. A volte è così.
A volte, invece, è la manifestazione che premia un corridore di secondo piano che sarà il campione da battere nella stagione successiva.
Quello che comunque, sono certo, tutti gli appassionati vorrebbero è vedere all'attacco il corridore che indossa la maglia iridata, indipendentemente dalla sua nazionalità e squadra di appartenenza. Anche se la sua azione non è vincente, il vederlo presente nelle ultime fasi della corsa, attivo e generoso, nobilita la gara e suscita, in tutti gli appassionati, forti emozioni.
Questo è quello che vorremmo ma la maggior parte delle volte non succede proprio cosi; chi vince il campionato del mondo può venire da una stagione mediocre e la successiva (quella in cui sfoggiare l'iride) risulta essere peggiore della precedente.

Abbiamo analizzato il comportamento di 10 campioni del mondo (dal 1993 al 2003) evidenziando il numero di vittorie e la posizione in classifica UCI della:
- stagione precedente alla conquista del titolo iridato;
- stagione che li ha visti vincere il titolo iridato;
- stagione in maglia iridata (in tabella la riga di colore verde).
Dunque i numeri relativi a tre annate, il tutto per avere un 'orientamento' riguardo all rendimento del corridore in maglia iridata.

Solo in rari casi il campione del mondo ha 'dominato' in maglia iridata, il più delle volte ha ripetuto i risultati della stagione precedente ma, in molti altri, la stagione in maglia iridata è andata malissimo.

Qualcuno, per un lungo periodo, ha temuto che la maglia iridata portasse addirittura... sfortuna.
Ma analizziamo i dati statistici anno per anno:

1993 LANCE ARMSTRONG
Il texano vince a sorpresa (ma non molto) la prova di Oslo corsa sotto una pioggia torrenziale. Sono 3 vittorie per lo specialista (ormai) del Tour. Nel '94 vinse solo una tappa nel Tour du Pont, Thrift Drug Classic e 1 tappa al Kmart Classic.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
1992
2
-
-
1993
10
639.00
21°
1994
3
634.00
25°

Comportamento in maglia iridata: Deludente.


1994 LUC LEBLANC

Davvero sfortunato Leblanc perché la sua nuova squadra, Le Groupment, fallisce e solo nel mese di ottobre riesce a trovare un contratto con la Polti. Nel '95 vince solo un Criterium di Aix en Provence.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
1993
3
345.80
62°
1994
5
618.40
27°
1995
1
286.40
84°

Comportamento in maglia iridata: Non giudicabile.

1995 ABRAHAM OLANO

Le vittorie del '96 sono: il prologo, una tappa e la c.f. del Giro di Romandia; una tappa e la c.f. del Giro di Galizia. Nessun acuto dunque per il semi-campione, cinque vittorie come nella stagione precedente.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
1994
6
421.20
50°
1995
5
1098.24
1996
5
1391.00

Comportamento in maglia iridata: Mediocre, viste le potenzialità da esprimere nei grandi giri.

1996 JOHAN MUSSEUW


Il campione belga conquista l'iride nella gara che sembrava dovesse essere l'ultima della sua carriera. La stagione successiva lo vede trionfare ben 8 volte: 2a, 4a e 5a tappa della Ruta del Sol; Kuurne-Bruxelles-Kuurne; Tre giorni di La Panne; 3a tappa e c.f. della Quattro giorni di Dunkerque; Gp Karlsruhe. I piazzamenti nelle 'sue' corse: 3° nella Parigi-Roubaix e 6° nella Liegi-Bastogne-Liegi. Come numero di vittorie migliora il risultato della stagione '96 ma ci si sarebbe aspettati qualcosa in più nelle classiche.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
1995
11
1363.80
1996
7
1511.00
1997
8
1092.00

Comportamento in maglia iridata:Buono

1997 LAURENT BROCHARD


Il corridore francese con la maglia iridata vince solo una corsa: la 6a tappa del Midi libre in aprile. Non ci sono piazzamenti di rilievo. Ha saltato le classiche di inizio stagione a causa di un infortunio e poi tutta la stagione è stata condizionata dello scandalo EPO che ha investito l'intera Festina (la sua squadra) al Tour.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
1996
4
916.00
21°
1997
5
619.00
32°
1998
1
312.75
135°

Comportamento in maglia iridata: Pessimo

1998 OSCAR CAMENZIND


Lo svizzero nel 1999 mette a segno solo due centri: 3a tappa Giro del Trentino e la 7a tappa del Giro della Svizzera.
Tra i piazzamenti ricordiamo il 4° posto nella Freccia Vallone e nel giro di Lombardia e l'11° posto nella classifica finale del Giro d'Italia. Per la precisione, comunque, bisogna aggiungere che un'importante vittoria in maglia iridata Camenzind l'ha ottenuta subito dopo il mondiale: il Giro di Lombardia, svoltosi sei giorni dopo il mondiale di Valkenburg.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
1997
7
633.00
30°
1998
2
1356.00
13°
1999
2
1133.00
10°

Comportamento in maglia iridata: Mediocre.

1999 OSCAR FREIRE


Il campione spagnolo dopo l'unica ed importantissima vittoria del 1999 (il Campionato del mondo svoltosi a Verona) riesce ad ottenere 10 centri con la maglia iridata nella stagione successiva. Riesce a scalare ,nella classifica UCI, ben 77 posizioni. Ecco le vittorie: 1a tappa della Challenge Maiorca; 3a tappa vuelta Valenciana; 1a e 6a tappa della Tirreno-Adriatico; 3a e 4a tappa del Giro d'Aragona; 2a e 4a tappa Vuelta; la 3a tappa della Giro della prov. di Lucca; la scalata del Montijuich.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
1998
1
341.00
122°
1999
1
477.00
88°
2000
10
1323
11°

Comportamento in maglia iridata: Ottimo

2000 ROMAN VAINSTEINS


Il lettone nell'anno successivo al suo trionfo a Plouay (Fra) ottiene 3 vittorie: la 6a tappa della Tirreno-Adriatico, la 3a tappa del Giro di Catalogna e una gara dietro derny (!) la Omloop Mandel Leie Schelde.
Ricordiamo i terzi posti nella Milano-Sanremo e Parigi-Roubaix ed un secondo nella Classica di Amburgo.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
1999
9
1163.50
12°
2000
5
2099.00
2001
3
1235.00
12°

Comportamento in maglia iridata: Deludente

2001 OSCAR FREIRE


Nel 2001 Oscar Freire vince il suo secondo campionato mondiale davanti a Bettini. Nell'anno successivo riesce a vincere solo 3 corse: 2a e 4a prova Challenge Maiorca e la 2a tappa del Tour
Ricordiamo che molto spesso ha dovuto fare i conti con un forte dolore alla schiena che solo recentemente è riuscito ad eliminare.
Ottiene 3 secondi posti e offre un discreto comportamento nelle classiche: 5° nella Milano-Sanremo; 5° nella Amstel Gold Race e 4° nel GP di Francoforte.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
2000
10
1323
11°
2001
3
756.00
40°
2002
3
912.15
26°

Comportamento in maglia iridata: Deludente

2002 MARIO CIPOLLINI


Con la maglia iridata nel 2003 ha vinto solo 4 volte. C'è da dire ad onor del vero che a metà del Giro d'Italia una caduta lo ha costretto al ritiro facendogli saltare 11 tappe delle quali almeno 4 erano potenzialmente adatte a lui (Petacchi permettendo). La mancata convocazione della sua squadra al Tour lo ha privato di un importante palcoscenico sul quale esibirsi.
Attendere fino a settembre per partecipare alla Vuelta, con la giusta convinzione e forma, è stato per lui davvero impossibile (sebbene proprio nel 2002 vi era riuscito). Ricordiamo che negli anni precedenti la stagione di Cipollini finiva a fine luglio.
Le vittorie del 2003 : 1a e 3a tappa della Tirreno-Adriatico; 8a e 9a tappa del Giro d'Italia.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
2001
9
731.00
47°
2002
14
1749.20
2003
4
488.00
85°

Comportamento in maglia iridata: non giudicabile.

2003 IGOR ASTARLOA


Un ottimo inizio di stagione per lui. In evidenza al Giro del Mediterraneo e alla Tirreno-Adriatico (4° nella c.f.). Buona Milano-Sanremo, 6°. Ma poi, subito dopo il Giro delle Fiandre lo scandalo doping che ha coinvolto la Cofidis.I titolari della squadra francese si sono autosospesi non facendo partecipare la squadra alle classiche di primavera. Nella Liegi e nella Amstel Astarloa avrebbe potuto dire qualcosa. Il lungo periodo di stop forzato è terminato quando il corridore ha trovato un contratto con la Lampre. La deconcentrzione e la mancanza delle corse a fatto si che Astarloa stentasse a riprendere la verve che aveva ad inizio stagione. Al giro d'Italia un solo 4° posto nella 2a tappa. Poi a fine luglio l'unica vittoria: la 1a tappa del Brixia Tour. In definitiva non una bella stagione ma in parte giustificata dal 'pasticcio' doping della Cofidis.

anno
vittorie
Punti UCI
Classifica UCI
2002
2
823.00
29°
2003
3
963.00
23°
2004
1
614.00
61°

Comportamento in maglia iridata: Mediocre.

In conclusione possiamo affermare che, nell'arco di tempo analizzato, solo in due casi il campione del mondo è stato all'altezza della situazione (Musseuw nel 1997 e Freire nel 2000).
In altri tre casi, senza avere una stagione sfavillante, il campione del mondo ha comunque migliorato il suo punteggio e/o la posizione in classifica UCI rispetto all'anno precedente (Olano nel 1996, Camenzind nel 1999 e Freire nel 2002); in tutti gli altri casi (Armstrong, Leblanc, Brochard, Vainsteins, Cipollini e Astarloa) per motivi diversi il corridore in maglia iridata non è riuscito ad onorare la stagione ciclistica come avremmo e avrebbe (siamo sicuri!) voluto.